Jorge Debravo (Poeta contadino salvadoregno)

Poesia e storie

Io non chiedo un coltello nelle mani della Patria.

Nè un coltello nè un fucile per nessuno:

la terra è per tutti, come l’aria.

Mi piacerebbe avere enormi mani

violente, anzi selvagge

per strappare le frontiere, ad una ad una

e lasciare per confine solo l’aria.

Che nessuno possieda della terra

come si possiede un vestito:

che tutti abbiano terra

come hanno l’aria.

E strapperei la guerra alla radice,

neppure una ce ne lascerei

a infestare il paesaggio.

Ed aprirei la terra a tutti, come

se fosse l’aria.

Chè l’aria è di nessuno, di nessuno…

Tutti, di aria, hanno una porzione.

Jorge Debravo ( Poeta contadino salvadoregno)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...