Art.21, Libertà di stampa, Roma sabato 3 Ottobre

Commenti

scan_910517285_1
Roma, 3/10/09-  Immigrati che distribuiscono l’Unità, sindacalisti con al guinzaglio palloncini colorati, passanti in maschera travestiti da Berlusconi, lavoratori che piegano il loro gomito al peso di  cartelli politici, giovani annebbiati dall’haschisch e una bandiera della pace si gonfia da terra sotto il loro sguardo confinato dalle mura di Piazza del Popolo.

scan_9105174251_1

Sono 300 mila i  pacifici ammiratori della manifestazione – evento –  per la libertà di stampa – organizzata e moderata con sapienza dal sindacato unitario dei giornalisti- che ascoltano disciplinatamente le denunce al governo di Franco Siddi, segretario generale della Fnsi, circa le cause intentate contro i giornalisti, il ddl Alfano sulle intercettazioni, le limitazioni al diritto di cronaca.
Che accolgono con orgoglio il discorso di Saviano, scrittore di Gomorra, il quale restituisce loro l’onore di essere di essere cittadini di questo stato; questa massa ascolta da Marina Rei le parole di “Libertà” di Gaber, libertà è partecipazione.

scan_9105173121_1

Ma partecipazione non c’era, c’era invece un pubblico che presenziava ad un evento, che non dialogava, che rideva alla battuta ” C’è da spostare una Escort targata Bari” ma che non si è mai posto la domanda, ne il perchè , non si parlasse anche degli altri stati dove la libertà di stampa e d’informazione è un tabù, come l’ Iran, o la  Cina con gran parte dei siti web oscurati dal Comunismo. Del perchè  a Roma non c’era un solo volantino che enumerasse tutte le violazioni alla libertà di stampa attuate dal governo?  Perchè gli stand erano solo quelli dei quotidiani di  Repubblica e  l’ Unità e non c’erano altri rappresentanti delle testate italiane? Perchè le bandiere politiche quando la violazione alla costituzione è un danno per tutti  indistintamente dall’orientamento politico?

scan_9105173319_1

La manifestazione di Roma esprime un problema di fondo riassunto nella completa mancanza di interazione fra gli individui, nell’incapacità di ribellarsi concretamente ad un regime oscurantista dell’informazione e, certo, ad una passività “umana”.

Fotografato e scritto da Andrea G. Cammarata

Vai al video su you tube

Annunci

Un pensiero su “Art.21, Libertà di stampa, Roma sabato 3 Ottobre

  1. Roma,piazza del popolo, manifestazione per la Libertà di stampa: ‘Affanculo all’oscurantismo, a chi querela, a chi tace, alle commissioni di vigilanza sui media, alla censura, ai mafiosi, all’oligarchia dei ricchi, ai politici cartaimpecoriti del novecento, ai leccaculo, ai moralisti. Veramente, di cuore.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...