Banca Mondiale: 14 Mln di Euro al Kosovo

Notizie

di  Andrea G. Cammarata

La Banca mondiale ha elargito un prestito per il valore di 14 milioni di euro al neo-stato europeo del Kosovo, è un accordo importante in quanto conferma l’indipendenza  dalla Serbia, ottenuta due anni fa da questo piccolo stato.

Lo conferma il primo ministro kosovaro Hashim Thaci ” la sigla dell’accordo è un altro segnale che il Paese sta raggiungendo la sua maturità e sostenibilità”. L’accordo è stato raggiunto in virtù di un piano di rafforzamento del settore pubblico e del settore immobiliare del Kosovo, ed è il primo finanziamento indipendente che lo Stato ha ottenuto dalla Banca Mondiale.

La provincia balcanica del Kosovo è riconosciuta ufficialmente da 65 stati inclusi gli Stati Uniti e quelli dell’Unione Europea, ma la Serbia non ha mai smesso di reclamarne la sovranità, infatti il Kosovo nel 1991, quando venne dissolta l’Ex Jugoslavia restò parte della Serbia e una commissione d’arbitrato impose a quest’ultima di pagarne il debito estero, con la conseguenza che oggi la Serbia non ammette l’indipendenza dello provincia balcanica e paradossalmente continua a pagarne i debiti. E’ una leva che le consente di garantire la propria sovranità, ma alla quale i leader kosovari a Pristina non vogliono sottostare.

Di fatto il Kosovo, con l’indipendenza ottenuta nel Febbraio 2008,  avrebbe dovuto onorare  anche tutti quei debiti risalenti al periodo ex jugoslavo, contratti con il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Mondiale.

Nel Luglio del 2009 i leader kosovari concordarono con la Serbia di pagare autonomamente il debito estero contratto negli anni ’80, che ammontava a circa 231 milioni di dollari, liberandosi in parte dal giogo di Belgrado.

In realtà le autorità serbe sarebbero divise sulla questione Kosovo, dichiarazioni risalenti al giorno successivo dell’indipendenza, vedono il ministro delle finanze serbo ammettere che sia assurdo continuare a pagare il debito kosovaro. Kosovo che, fra l’atro, non è più abitato da serbi.

Diverse allora furono le risposte del Premier e del Presidente a Belgrado che dissero che “ Noi stiamo lavorando per riguadagnare la nostra sovranità economica sul Kosovo”, lo riporta osservatoriobalcani.org.

Articolo pubblicato su Newnotizie.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...