Rinnovabili. Ue: Italia Ultima

Sporco mondo

di Andrea G. Cammarata

Italia ultima, come di consueto. L’energia rinnovabile che produce non basta, e L’Ue la boccia. Lo ha reso noto ieri la Commissione europea che ha in “cura” il “Pacchetto clima” al quale hanno aderito gli stati dell’Unione, le previsioni dell’Italia non sono alquanto rosee, nonostante abbia la posizione geografica migliore per la produzione di energia solare (insieme alla Spagna), non raggiungerà entro il 2020 la soglia minima di produzione pattuita. Vale a dire oltre che sanzioni, figuraccia.

La Commissione europea non ha fatto altro che pubblicare le previsioni degli Stati membri e quindi L’Italia lo ha autocertificato da sé: “non ce la facciamo, nonostante che siamo la regione più assolata d’Europa, nonostante che in Sardegna per frenare il vento ci vogliano gli Eucaliptus, nonostante il Mare Nostrum, davvero non possiamo, abbiamo da pensare al nucleare”. Gli altri Paesi invece, per dirla ecologicamente, arriveranno a missione compiuta con un filo di gas, è il caso di Germania, Svezia, Spagna e Polonia che addirittura prevedono di superare il target, ovvero che il 20 % dei consumi dell’energia prodotta provenga da fonti rinnovabili.

Arrivando nella Germania del Sud i pannelli fotovoltaici spuntavano già come funghi da anni, le montagne delle isole Canarie (Spagna) sono disseminate di impianti eolici e uguale succede nella Corsica, ma in Italia, a suon di sindaci bigotti, ciò non è stato possibile. Ricordava un investitore al momento di richiesta di autorizzazione per un campo solare: “L’amministrazione mi ha risposto così: -Qui il fotovoltaico non lo farai mai-“. Ma, Italia a parte, l’Ue riuscirà nella sua battaglia per la produzione di energia pulita, lo conferma Guenter Oettinger, commissario europeo dell’Energia che ha spiegato che comunque i segnali sono molto positivi e che gli stati Ue concordano e prendono “sul serio” la politica europea sulle rinnovabili.

Va detto che l’Italia ha trovato rimedio alla sua carenza di produzione, infatti importerà l’energia solare da altri paesi, vedi Albania, Croazia, Montenegro, Svizzera e Tunisia, paradossale ma così, è come avere sete con un bicchiere d’acqua sulla tavola e chiederlo al vicino del quinto piano. Sulla comica, tutta italiana, recita anche la scena economica, l’Italia è uno dei paesi con il Conto energia più redditizio per gli impianti domestici  ( integrati fotovoltaici 0,471 euro KWh prodotti) e anche i sussidi europei non mancano, ma nulla, devolviamo solidalmente tutto l’indotto e, quanto a produzione,  rimaniamo fanalino di coda dietro Belgio, Danimarca, Lussemburgo, e Malta. Piccoli, piccoli, ma con un nucleare grande così.

Articolo pubblicato su Newnotizie.it

Annunci

2 pensieri su “Rinnovabili. Ue: Italia Ultima

  1. CIAO SONO NADIA NEGRI DI ANNI 47, MALATA DI SCLEROSI MULTRIPLA SECONDARIAMENTE PROGRESSIVA DAL 1994 VIVO A SANT’AMBROGIO VR. CAMMINO CON LE STAMPELLE ,E SPERO IN UN AIUTO DELLA CCSVI ANCHE I NEUROLOGI SI MUOVANO PER AIUTARE NOI MALATI.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...