India, strage maoista 73 agenti uccisi

Notizie

guerriglieri Naxal

Share

di Andrea G. Cammarata

E’ stato il più sanguinario e terribile attacco maoista mai avvenuto in India. 73 agenti del CRPF ( Central reserve police force, riserva centrale forze di polizia) sono stati uccisi durante un’ incursione perpetrata ad opera dei ribelli nella foresta del Mukrana, situata nel distretto Dantewada, roccaforte maoista di uno stato dell’India, il Chhattisgarh.

Durante l’incursione un gruppo di almeno mille Naxals (ribelli maoisti)  ha ucciso 73 degli 80 membri del contingente delle forze dell’ordine indiane. Secondo fonti ufficiali l’attacco è avvenuto fra le sei e le sette del mattino (ora locale), cioè quando l’unità delle CRPF è entrata nella foresta per un controllo ordinario e si è scontrata con i maoisti.

“I CRPF erano nella foresta per operazioni di ordinario controllo quando i Naxals hanno attaccato. E’ molto tragico e cattivo” riferisce il Direttore Generale dei CRPF, Vikram Srivastava, ai media locali. Esprime shock a riguardo del brutale attacco anche il ministro Chidambaran spiegando che qualcosa deve essere andato “drasticamente male”.

Intanto sono arrivati rinforzi supplementari e sono cominciate le operazioni di ricerca nell’area della strage dove si trova anche il Direttore Speciale generale dei CRPF, Vijay Raman, che è il comandante della Task Force Anti-Naxals.

L’attacco segue quello di due giorni fa, quando 11 membri dell’elite del gruppo speciale anti Naxals furono uccisi dai ribelli maoisti a Orissa nel distretto di Karaput. In febbraio altri 24 membri di polizia furono uccisi durante un attacco maoista avvenuto in un distretto militare del Bengala.

I Naxals (o Naxalite) sono un gruppo di ideologia comunista maoista attivo dagli anni ’70 nel Bengala occidentale, solo nell’ultimo anno sono accusati di almeno 1300 uccisioni. La loro attività coinvolge circa 220 distretti in venti stati dell’India, in un’area nota con il nome di “corridoio rosso”. Stando a quanto riferito dal primo ministro Mammohan Singh, i Naxal costituiscono la prima minaccia di sicurezza interna dello stato indiano.

Articolo pubblicato su Newnotizie.it

Leggi anche:

-India: treno deraglia, 70 morti. Rivendicazione maoista dell’attentatoIndia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...