Han Han, il blogger cinese più influente di Obama

Libera Rete

Han Han

Share

di Andrea G. Cammarata

Han Han, popolare di fama e di provenienza, è un giovane blogger di 27 anni della Repubblica, per l’appunto, popolare. E’ notizia di oggi: il Time, tramite un sondaggio rivolto ai suoi lettori, lo ha reso uno dei cento personaggi più famosi e influenti al mondo.

Han Han nella classifica annuale votata dai lettori del magazine americano svetta sopra il nobel per la pace Obama, ed è davanti anche a Bill Gates, nonché super-concittadini come: il vice-primoministro Wang  Qishan, e una della promesse del partito comunista cinese, Bo Xilay.

Ma Han Han nella classifica non supera la cantante Lady Gaga. E questo la dice lunga sulla qualità di valutazione dei votanti.

Comunque l’autorevole giornale statunitense non può far altro che riferire. Han Han è un professionista del rally, e fra una corsa avventurosa fuori strada e l’altra ha scritto anche un libro  basato sulla sua esperienza in una scuola superiore cinese che è diventato best-seller in Cina, suscitando un acceso dibattito sulla qualità del rigido sistema educativo del governo di Pechino. Dopodiché Han ha aperto un blog ed è diventato il blogger più famoso del Repubblica, anche grazie alla sue posizioni critiche, ma abbastanza delicate, nei confronti del governo cinese.

Han ha anche preso le parti di Google quando il motore di ricerca americano annunciò di lasciare la Cina a causa della censura del governo popolare. E ha confessato al Time che i blogger sono “solo attori insignificanti messi a fuoco in uno scenario” in mano ai potenti in grado di “calare il sipario, spegnere i riflettori e tagliare l’elettricità in qualsiasi momento.”

Nella sua attività di blogger, Han Han fra l’altro non lesina svariati commenti sulla qualità degli “incompetenti” politicanti della Repubblica, funzionari statali corrotti “inutili” che in comune con i giovani come lui “hanno solo le fidanzate, che in genere sono intorno ai 20 anni”.  Ma Han è fortunato, i nostri politici sono anche peggio, se la fanno con le teenager.

E’ il classico ragazzo orientale. E’ umile, magari parla di sé in terza persona, ha un bassissimo livello di egocentrismo, e pur essendo risultato più influente di Obama, la racconta al Time con una semplicità che farebbe ribrezzo ai nostri giovani superego-autori italiani, dice Han: “Provo vergogna, sono solo uno scrittore e a volte la gente si esalta con i miei articoli, niente di più”. E il blogger, nella classifica, sa di essere sotto a Lady Gaga, che non è di certo una delle colonne portanti del sapere mondiale. Ma Han mantiene discreto la sua consapevolezza e la esprime con un’altra dichiarazione: “Forse non merito tanto, sono poi così influente. I miei sforzi per alzare il livello di libertà nel settore culturale della Cina hanno avuto scarsi risultati, mi sento piuttosto debole”. Una cosa a cuore però ce l’ha: “che le autorità-cinesi- si mostrino benevoli nei confronti della letteratura e dei media, senza censurarli e senza esercitare pressioni“.

In Cina la notizia è arrivata veloce, ovviamente censurata delle dichiarazioni scomode di Han, ma corredata della minima dose di orgoglio  sempre necessaria per avvalorare i Vip cittadini della Repubblica. Han sul China Daily è descritto come un mezzo ragazzo modello, che sembra famoso nel mondo ma la cui fama non è conclamata, e che ha snobbato la classifica del Time, che sarebbe solo un giornale da non prendere sul serio.

Lu Jimbo un collaboratore di Han, al giornale cinese dà di lui un ritratto soave: “Han tiene molto ai giovani e alla verità, che è rara negli scrittori nati dopo gli anni ’80. E “Non è associato con alcuna organizzazione”, sottolinea Lu.

Ma l’altarino dell’amico viene smontato subito “da quando è che Han avrebbe tutta questa influenza mondiale? E’ un complimento troppo grosso per lui”, sono le parole di un concittadino sicuramente di parte; altri critici del Beijing reclutati dal quotidiano cinese ritengono che la fama di Han sia dovuta solo alle sue “osservazioni puntuali sugli eventi sociali” della Cina, senza che venga citato alcun riferimento alla sua dissidenza contro il Governo.

Articolo pubblicato su Newnotizie.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...