Brasile, pioggia torrenziale, almeno 200 morti

Notizie

Share

di Andrea G. Cammarata

Ancora gravissima la situazione nello stato di Rio De Janeiro, le piogge torrenziali hanno causato già 153 morti, a cui si aggiungono almeno 200 persone ancora intrappolate nel fango riversato dalla frana di Niteroi, una città di mezzo milione di abitanti vicina alla baia  di Rio.

Le autorità di Rio de Janeiro hanno decretato lo stato di emergenza in un quadro che si prospetta per nulla roseo, le previsioni meteorologiche sono da considerarsi ancora poco favorevoli: le piogge saranno continue ma meno abbondanti anche nella giornata di oggi, e per i prossimi giorni non sono previsti miglioramenti di nessun genere. Si tratta di alluvioni di una tale intensità mai vista negli ultimi 40 anni, nell’arco di un giorno è piovuto più di quanto si poteva prevedere per l’intero mese di aprile.

Le frane hanno provocato gravi danni soprattutto nelle zone delle favelas di Rio, migliaia le persone sfollate. L’intera metropoli di Rio è completamente allagata.

Alcune dichiarazioni sui fatti arrivano da AP, Sergio Cortes, Segretario dello stato di Rio, “Sappiamo che 60 case sono state sepolte”– ha aggiunto- ” è difficile dire esattamente quante persone siano sepolte sotto le macerie, ma nel peggior dei casi si tratta di 200 persone”.

Intanto 300 uomini fra pompieri e polizia stanno soccorrendo e ricercando i superstiti nelle alture di Rio con tutti i mezzi a disposizione, 6 corpi sono stati trovati a Morro Bumba e 28 persone sono state salvate giovedì notte. Alves Souda, comandante dei pompieri di Niteroi, ha detto ai media locali: “il lavoro è molto intenso”.

Le piogge continuano da domenica scorsa, gettando nel caos una metropoli come Rio, abitata da 6 milioni di persone. Danni gravissimi alle persone e alle cose, fra cui alberi sradicati, pali della luce caduti a terra e profondi crateri lungo le strade. A ciò si aggiungono le favelas già a loro modo spuntate senza alcun logica edilizia e altamente indifese a qualsiasi fenomeno meteorologico di entità interessante.

Un’impasse gravissima che alimenta seri dubbi sulle capacità logistiche della metropoli di ospitare la coppa del mondo nel 2014 e i giochi olimpici 2016.

Articolo pubblicato su Newnotizie.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...