GB:500 euro vietati

Notizie

Share

di Andrea G. Cammarata

Taglio grosso? No, grazie. Meglio evitare.

Tempi duri per la moneta europea, nel Regno Unito le banconote da 500 euro sono state bandite. Lenzuoli inutili? Troppo colorati? Suvvia, sarà tutta invidia…

Si tratta invece di una faccenda seria, la Soca (Agenzia britannica per la lotta al crimine organizzato) ha ottenuto che l’equivalente del vecchio milione di lire non sia più vendibile dalle banche, perché secondo quanto dimostrato è il taglio preferito dalla criminalità per il riciclaggio del denaro sporco. Oggi ne parlano il Sole 24 Ore e la Stampa, fra gli altri.

Le decisioni dell’Agenzia britannica sono state prese per motivi di sicurezza; di fatto il taglio della banconota tendente al rosa, permette di accumulare bottini di capitale proveniente da operazioni illecite in spazi ben minori rispetto a quelli della sterlina. Per esempio un pacchetto di sigarette può contenere fino a 20mila euro, diversa è invece la mole generata dalla stessa somma con i bigliettoni della Regina. Ciò rende più difficile stanare il “il trafficante” di denaro, e, va aggiunto, secondo la Soca in Inghilterra il 90% dei pezzi da 500 vengono utilizzati proprio dalla criminalità.

L’ordinanza ha permesso di far sparire le banconote di tale caratura in ogni banca e ufficio di cambio valute del Regno Unito, tuttavia turisti e visitatori potranno ancora richiederne il cambio in Sterline.

Anche uno studio della Banca d’Italia ha confermato come l’utilizzo dei pezzi da 500 da parte del terrorismo finanziario e nel riciclaggio, sia una situazione allarmante. Peraltro la diffusione dei pregiati lenzuoli rosa è altissima nelle zone di confine con la Repubblica di San Marino e la Svizzera, Stati dove lo spostamento di capitale occulto viene eseguito tecnicamente. La Spagna invece vede spostarsi nel proprio circuito bancario più o meno il 20% delle banconote da 500 dell’Eurozona, motivo di tale “densità” è sempre la criminalità organizzata, locale, russa ed italiana, che ricicla i propri proventi nel mercato immobiliare della penisola iberica.

Questo articolo è pubblicato anche su Newnotizie.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...