Rimini:libero il finanziere turco, 27 miliardi il riscatto richiesto dai sequestratori

Notizie

Share

Di Andrea G. Cammarata

Rimini. La gang criminale era in riviera già da qualche giorno e voleva estorcere 27 miliardi di Euro, una somma da capogiro, che avrebbe ottenuto in cambio della liberazione di Adnan Sakli, uomo d’affari turco, proprietario di una finanziaria statunitense, in soggiorno nella sua abitazione di Rimini, fra l’altro in possesso di un passaporto statunitense, oltre quello della nazionalità di origine.

Una brillante operazione della squadra mobile di Rimini, guidata dal vice-Questore aggiunto Nicola Vitale, ha impedito, nella più assoluta segretezza, il verificarsi del peggio, arrestando nove uomini, di cui 8 italiani e un etiope.

Il sequestro risale al 14 maggio scorso, quando un commando di cinque persone, ha prelevato Sakli, 55enne, dalla sua abitazione di Rimini minacciandolo con una pistola e trasportandolo poi, dentro un’automobile di grossa cilindrata, in Toscana, dove è stato costretto a passare la notte presso un agriturismo della provincia di Siena, a Chiusi.

L’indomani l’ostaggio, cardiopatico, in cura intensiva farmacologica, a rischio vita poiché privato delle cure necessarie, è stato condotto dentro a un camper a Roma, nell’abitazione di un membro della gang, dove, durante i giorni di prigionia, è stato obbligato a firmare titoli bancari, opportunamente tradotti da alcuni collaboratori operanti su Verona, che i sequestratori avevano avuto il compito di sottoporgli.

L’ultimo giorno di prigionia, il 18 maggio, sarebbe stato quello del riscatto miliardario. Sakli viene ricondotto a Rimini, ma la squadra mobile, che lavorava in sinergia con una cellula di sicurezza della capitale, interviene sventando la transazione, e liberando il finanziere, che altrimenti avrebbe ceduto la proprietà dei titoli ai rapinatori, in uno studio notarile locale.

Quattro i sequestratori presenti nell’abitazione riminese al momento dell’arresto, le cui generalità sono state fornite dalla questura riminese insieme a quelle dei restanti componenti della gang, fra questi ultimi altre 4 persone sono attualmente indagate e poste in stato di fermo, su indicazione del Pm di Bologna, Enrico Cieri.

Gli arresti sono avvenuti contemporaneamente in varie parti d’Italia. I nomi degli arrestati sono stati diffusi dal quotidiano La RepubblicaA Roma in manette: Francesco Proietto, 59 anni, di Santa Maria di Licoria (Catania); Michele Giovanni Amandini, 64, di Deder (Etiopia); Gaetano Scafa, 59, di Torre Annunziata (Napoli); Raul Di Bernardo, 51, di Tagliacozzo (L’Aquila). A Pavia: Giuseppe Nicolosi, 50, di Palermo. A Verona: Marco Ottavi, 51 anni, di Monterotondo (Roma) e Paolo Quaglierini, 58, di Campiglia Marittima (Livorno). Milano:  Fabio Deana, 61, di Riese Pio X (Treviso). Manette ai polsi anche per Salvatore Badalamenti, 59, di Montelepre in provincia di Palermo, dove è stato arrestato.

Intanto si attendono ulteriori particolari sull’indagine dal sostituto procuratore della Repubblica della Direzione distrettuale antimafia di Bologna, Enrico Cieri, che ha coordinato l’intera operazione.

Aggiornamento di oggi ore: 18.38

L’agenzia Agi riferisce che il finanziere al momento del sequestro si trovava ospite da mesi in una abitazione riminese di amici, una coppia, un uomo italiano e una donna dell’Est. La firma per il passaggio dei titoli, dice l’Agi, sarebbe dovuta avvenire di fronte a un notaio di Roma e non di Rimini, come precedentemente asserito. I criminali comunicavano attraverso Skype, Voip e schede Sim d’intestazioni fittizie, le tecnologie evolute permettevano loro, anche attraverso codici criptati, di scambiarsi informazioni. Il finanziere disponeva di contatti eccellenti addirittura con la Federal Reserve Bank. Intanto diversi esperti della banca d’Italia, alcuni dell’ufficio riciclaggio e altri dell’ufficio frode, stanno contribuendo alla conferma della autenticità dei titoli miliardari in possesso e Sakli.

Questo articolo è pubblicato su Dazebao.org

Per commentare non è necessaria alcuna registrazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...