Doppio Csm, doppia P2

Berlusconia

Share

Di Andrea G. Cammarata

Questi alcuni punti salienti della P2.

“Portare il Consiglio Superiore della Magistratura sotto il controllo dell’esecutivo, separare le carriere dei magistrati, rompere l’unità sindacale, abolire il monopolio della Rai.”

Simile è quello che succede oggi in Italia, almeno a sentire l’avvocato Alfano, il ministro pronto Giustizia che in un’intervista al Corriere della Sera di ieri l’altro, si è detto “pronto a settembre per la grande riforma della giustizia. Come? Con “la separazione degli ordini tra pm e giudicanti: il pm fa l’accusa e il giudice giudica, con percorsi separati fin dall’inizio; la creazione di due Csm, e di un meccanismo disciplinare che risolva il problema di una giustizia domestica”.

La separazione delle carriere di pm e giudicanti, ricalca letteralmente ciò che era previsto nel piano sovversivo piduista, invece la creazione di un altro Consiglio superiore della magistratura, oltre quello esistente attualmente presieduto dal Capo dello Stato, non si sa dove punti, ma se puntasse davvero all’esecutivo, con il netto combaciare al programma piduista peraltro l’autonomia del potere giudiziario andrebbe completamente a farsi friggere e addio democrazia, concetto sostenuto da svariati giuristi. Luciano Violante: “la creazione di due corpi giudiziari non gioverebbe alla democrazia,” lo ha detto oggi in replica al piano di riforma Alfano.

Attualmente il Csm assume, promuove e sanziona i magistrati, in piena autonomia, come asserito dalla Carta. Secondo il piano Alfano e quanto pronunciato da Berlusconi presidente, si vorrebbero nominare i giudici per via parlamentare, in modo, cioè,  che essi ricalchino sempre e comunque le idee della maggioranza. “I PM siano dalla nostra parte” diceva B. alla festa della Libertà del 12 ottobre scorso. E come negarglielo? Risponde ancora l’opposizione, De Magistris parla della “realizzazione di un’ossessione oligarchica: ricondurre la magistratura sotto il potere dell’esecutivo”, in coro Massimo Donadi, anche lui IdV, “Non ci fidiamo di chi irride e denigra le istituzioni”; parlando insomma di chi chiamava i “giudici talebani” che ci porteranno alla “guerra civile” come, secondo indiscrezioni, quanto sentenziato dal Premier durante l’ufficio di presidenza del Pdl del novembre scorso.

Il tutto è un mix esplosivo, intanto all’estero la stampa da’ del ddl intercettazioni un sunto inquietante: L’Express, noto settimanale francese, parla della recente prima pagina dell’Unità, scritta a “caratteri utilizzati sotto la dittatura di Benito Mussolini” per commentare la legge bavaglio sulle intercettazioni, e riporta fra l’altro le parole di Anais Ginori, giornalista di Repubblica, che chiude la sua intervista a L’express commentando la legge bavaglio come “una forma d’intimidazione che vuole ridurre al silenzio la stampa” aggiungendo che Silvio Berlusconi, attaccando i poteri dello Stato “abbassa il livello della nostra democrazia.” Anche Le Monde dedica più articoli alla legge bavaglio e critica fra l’altro il Tg1 che “non ha trovato utile trattare nei propri pezzi la mobilitazione della stampa limitandosi a trattare la protesta come abituale oggetto di dispute fra maggioranza e opposizione.”

Tornando al progetto P2, nella parte “abolire il monopolio della Rai”, non serve molto per capirne la realizzazione: le inchieste della procura di Trani, valgono abbastanza, e chiudere Annozero, editto Dandini, servizi puffo del Tg1, ne sono una dimostrazione già di per sé altrettanto esaustiva.

Questo articolo è pubblicato su Newnotizie.it

Per commentare non è necessaria alcuna registrazione

Segui EsPr3sSioni su Twitter

Leggi anche:

-Berlusconi e Minzolini indagati. La Procura di Trani tace

– Lodo Alfano e democrazia

– E la Domenica Dell’Utri resuscita Mangano eroe

“Sovranità” e Berlusconi. Attacca pm e magistratura. Più potere. No alla protezione civile in Abruzzo

Annunci

Un pensiero su “Doppio Csm, doppia P2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...