Berlusconi’s Cut. “La cresta di B. sul petrolio libico”

Berlusconia

Share

Di Andrea G. Cammarata

Esclusivo. Craig Murray, ambasciatore britannico in Ubzekistan e attivista nei diritti umani, ha rilasciato in queste ore  delle importantissime dichiarazioni dal suo blog, www.craigmurray.com , che potrebbero essere la chiave di svolta sulle incertezze mostrate in questi giorni dal Governo, in merito al bagno di sangue che si sta perpetrando in Libia.  La notizia è annunciata anche da un trafiletto sul  sito del New York Times. Segue quanto riportato nel post dell’ambasciatore britannico:

“February 23, 2011

Berlusconi’s Cut

A very senior diplomatic source told me yesterday that Berlusconi is frantic lest Gadaffi falls and the channels are revealed by which Berlusconi gets a cut on the huge amounts of Libyan oil and gas lifted to Italy. Just at the moment that would be too much even for Berlusconi to survive.

This morning I see the Italian foreign minister is warning 300.000 Libyan refugees will fly to Europe if Gadaffi falls – as though there will be none if he stays. I have checked with other diplomatic sources, and they confirm that Italy is using the refugee warning to argue that Europe should back Gadaffi, and not impose sanctions. That point is not coming over in the mainstream media.

This blog will be back up completely revamped next week. But I thought this snippet was important. If someone wants to repost it somewhere comments are possible…”

Breve traduzione:

” Una importante fonte diplomatica mi ha detto ieri che Berlusconi è agitatissimo per la caduta di Gheddafi poiché Berlusconi ottiene una parte delle  enormi quantità di gas e del petrolio libico esportato in Italia. Quest’oggi apprendo che il primo ministro italiano si sta addirittura allarmando,  perché se Gheddafi cade 300mila rifugiati libici sbarcheranno in Italia – come se non ne arrivasse neanche uno se restasse al potere.  Ho controllato con altre fonti diplomatiche,  e queste confermano che l’Italia sta usando l’allarme immmigrati per convincere l’Europa a sostenere il ritorno di Gheddafi,  e a non imporre sanzioni. Questo punto di vista non si evince dal flusso dei media. Questo blog sarà aggiornato completamente la prossima settimana. Ma ho pensato che questi significativi particolari fossero importanti.”

Articolo pubblicato su Dazebaonews, Informare per Resistere

Annunci

Un pensiero su “Berlusconi’s Cut. “La cresta di B. sul petrolio libico”

  1. Interessantissimo, ma la traduzione in italiano è pessima:

    “as though there will be none if he stays”
    significa
    “nel caso rimanga al potere non ne avverrebe invece alcuno (sbarco)”

    e poi ci sono tante altre frasi tradotte letteralmente che non si capiscono, messe così!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...