Attenti al Pd, can che abbaia non morde.

Berlusconia, Opposizione?

Di Andrea G. Cammarata

-“Ehi Bersì! Hai visto, abbiamo vinto!”

-“Lo so Bindì, e anche stavolta non abbiamo fatto un cacchio!”

-“Eh cosa vuoi, dicono che sono brutta, meglio non farsi vedere troppo”

Che la caduta del berlusconismo è cosa del berlusconismo…un sistema auto-pulente, si sapeva. Silvio ci sta provando oltre modo, eppure non riesce ancora, e quegli ingrati del Pd non lo aiutano nemmeno. E ieri B. ha concluso la conferenza stampa con il premier israeliano Nethanyau accennando ai cronisti, come un Argan di altri tempi, cosa raffigurasse l’opera di Andrea Appiani alle sue spalle: “il bunga bunga del 1811“. Impossibile non ridere poi sui particolari. Berlusconi, meteorino per caso, si volta verso l’opera e indica: “quello sono io – il dio dell’Olimpo seminudo- e questo si chiama Mariano Apicella”.

Intanto pare che Bersì abbia cominciato ad arrotolarsi, oltre che le maniche di camicia anche i pantaloni e i calzetti, pur di nascondere che il Pd non sta facendo niente. Ieri sera Bianca Beringuer per lo speciale elezioni di Raitre ha tentato di mettergli contro Quagliarello del Pdl, e Bersì si è fatto scovare più volte dalle telecamere sull’orlo dell’addormentamento. Il segretario del Pd consumandosi le mani sul volto stanco ha poi tentato una replica indiana alle promesse di cambiamento pidielline, “saltate a cavallo e poi scendete dall’altra parte”. Ma la Bermetafora migliore è “Fin che la barca va”. Che il Pd la lascia andare…I piduini insomma vedono il piatto servito ma non sembrano credere ai loro occhi, e timidamente invocano le dimissioni del Premier salvo poi scoprire che Tonino Di Pietro dice “no”, “non politicizziamo il voto del referendum”.

Ieri più di 25 milioni di italiani si sono opposti al legittimo impedimento, quesito che tradotto è stato una domanda a risposta multipla, pro o contro il premier. Contro.

Berlix avrà pronta un’altra pozione magica per risollevarsi dalle sberle degli amici suoi [I servi liberi del Cav] e degli altri, oppure stavolta è arrivato il viagratis definitivo, l’alzabandiera bianca della resa?

Ma cosa importa, “Chi rompe paga e i cocci sono i suoi” dice il proverbio…Bersani: “io non ho rotto niente”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...